Costruzione di una plancetta di poppa con l’utilizzo della saldatura TIG

Costruzione di una plancetta di poppa con l’utilizzo della saldatura TIG

In questo articolo vogliamo brevemente raccontarvi un nostro corsista del Corso di Saldatura TIG, il quale ha avuto modo di collaborare attivamente con una realtà Toscana del settore nautico. Stiamo parlando nella fattispecie della ditta Black Sail di Grosseto, che da 6 anni si dedica attivamente alla produzione di accessori ed attrezzature per la nautica (sia per diportisti che per attività portuali) con l’utilizzo di materiali 100{ddcc45cb0b94769780aae1d11c8ffde83351d196fbf81e7860e9a8307b111dab} made in Italy, il tutto rigorosamente assemblato in maniera artigianale.

In questo caso il compito sul quale il nostro corsista-saldatore si è cimentato riguarda la costruzione di una plancetta di poppa con l’utilizzo della saldatura TIG; in seguito verrà fatta una breve descrizione delle fasi di lavorazione che hanno portato al completamento dell’accessorio nautico.

plancetta con passerella

Costruzione della Plancia di Poppa

Prima di tutto, però, ecco alcune precisazioni!

La plancetta di poppa risulta uno degli accessori nautici più richiesti; serve in particolar modo ad avere piu spazio nella barca, difatti molte persone montano la zattera di salvataggio proprio sotto la plancetta di poppa in modo da non occupare un gavone in barca. È utile in particolar modo per scendere e salire dai pontili, é un ottimo appoggio anche per fare una doccia quando si risale in barca dopo il bagno per evitare di bagnare all’interno.

È utile anche per appoggiare una passerella o fissarci una scaletta di risalita e risulta essere un articolo, funzionale ed esteticamente accattivante, soprattutto se realizzato con materiali di qualità; solitamente per la loro realizzazione si utilizzano dei tubolari in acciaio inox AISI 316 lucidato a specchio.

Per questo genere di lavorazione si è utilizzato il metodo della saldatura TIG; si tratta di un procedimento di saldatura ad arco che si effettua per mezzo di un elettrodo infusibile di tungsteno, sotto la protezione di un gas inerte. Si tratta di una metodologia di saldatura particolarmente utilizzata (e sviluppata già nella prima metà del ‘900 per la produzione bellica dell’industria aeronautica) ma che richiede l’impiego di operatori altamente specializzati, oltre ad un’eccellente qualità dei materiali impiegati (ricordiamoci che dovranno essere tagliati, puliti e rifilati).

Di seguito le fasi per la realizzazione della plancetta di poppa

 

PROGETTAZIONE

Per procedere con una lavorazione è necessario innanzitutto studiare e saper leggere un progetto tenendo conto delle possibili problematiche che si possono sviluppare in fase di saldatura.

PREPARAZIONE PEZZI

Dopo lo studio del disegno si passa alla realizzazione dei pezzi da saldare che dovranno essere successivamente sgrassati dal taglio emulsionato della tagliatrice, rifilati dalle sbavature dovute dal taglio e forati secondo le necessità riportate nel progetto.

ASSEMBLAGGIO E SALDATURA

E’ molto importante partire sempre da un piano di lavoro idoneo affinche i pezzi da unire risultino in squadra l’un con l’altro, una volta collegata la massa ed accostati i pezzi si procede ad una “puntatura” che aiuterà a compensare la dilatazione termica che si sviluppa con le alte temperature della saldatura (l’effetto di torsione durante una saldatura è notevole, ed è tanto più vistosa, quanto piu è lungo il tratto che viene saldato).

Una volta puntati i pezzi si controlla con la squadra la corretta inclinazione degli stessi e che non abbiano subito eccessive “torsioni” che comunque saranno aggiustate prima di effettuare la saldatura definitiva.

La saldatura sarà effettuata a tratti alterni in modo che le eventuali torsioni si compensino mantenendo le inclinazioni volute.

Le saldature così ottenute saranno già unite saldamente dalla fusione, ma è opportuno apportare sempre materiale da riporto per incrementarne la solidità.

DECAPAGGIO E PULIZIA

Una volta freddate le saldature si può procedere al decapaggio, è un procedimento chimico che toglie la brunitura subito dall’acciaio sottoposto ad alte temperature.

La reazione con queste sostanze chimiche è molto aggressiva e deve essere effettuata con indumenti e protezioni adeguati ed in ambienti areati.

Vanno rispettati sempre i tempi di posa e di utilizzo anche se sembra che non abbia funzionato a dovere in quanto solo dopo un lavaggio finale si potrà vedere il risultato effettivo.

ACCORTEZZE FINALI

Visto che lavoriamo l’acciaio inox AISI 316 che è l’acciaio per eccellenza per la nautica, questo tipo di acciaio una volta scaldato perde le sue qualità e se non opportunamente trattato (decappato e lucidato).

La lucidatura consiste nell’applicare ulteriori reagenti chimici che fanno rinvenire le caratteristiche dell’acciaio 316 deteriorato dalle alte temperature.

Una volta utilizzati anche questi prodotti è opportuno risciacquare con abbondante acqua per eliminare eventuali tracce degli agenti sopra indicati.

Se il pezzo che vogliamo realizzare lo richiede, è possibile lucidare il tutto fino ad ottenere una superficie a specchio mediante apposite spazzole e paste con granature a scalare.

Saldatore Filo Continuo

SALDATORE A FILO

Corso di saldatura a Filo

Saldatura a Filo

Come anticipato a chiusura del precedente articolo, oggi parlerò del procedimento di Saldatura a Filo Mig/Mag “EN ISO 9606-1 136”  

La Saldatura a Filo è anche conosciuta come semiautomatica a filo continuo, perché non è un procedimento solo manuale ma si avvale di un generatore a cui è collegato una unità esterna che contiene il filo da riporto in bobina di circa 15 kg . La bobina di filo (che sostituisce l’elettrodo) può essere a filo pieno o filo animato, la questo procedimento di saldatura, consente di saldare in maniera continua dando al saldatore tanta autonomia.

Il procedimento di Saldatura a Filo Continuo MIG MAG si avvale di una miscela di gas di protezione, la composizione della miscela di Gas da utilizzare dipende dai materiali che si devono saldare, ma molte volte si usa anidride carbonica e gas argon.

Procedimento Saldatura a Filo continuo Mig Mag

Il procedimento a Filo Mig/mag è certamente il più diffuso nelle officine metalmeccaniche del mondo, il quale apprendimento a mio parere e molto più semplice delle altre tecniche di saldatura.
Le nuove macchine sono equipaggiate con un avanzato computer di bordo, che se ben impostato semplifica tanto la saldatura, in quanto col programma si può regolare la saldatura in base al tipo di pezzo-giunto da saldare.

Patentino Saldatore a Filo Continuo Mig- Mag

Il procedimento di qualifica per ricevere il patentino di saldatura a Filo, è simile a quello già spiegato nell’articolo della saldatura ad elettrodo rivestito. Igiunto-pezzo da saldare durante l’esame finale, viene fissato in posizione verticale e saldato a piena penetrazione con ripresa a rovescio.

Il nostro corso di Saldatura a Filo continuo MIG-MAG

Nella nostra Scuola di saldatura i tempi di apprendimento di tale procedimento di saldatura, sono di circa un mese intensivo di saldatura. Con il nostro metodo di insegnamento certificato, si salda circa 100 ore in modo molto intensivo e la percentuale di passare l’esame finale sono molto molto molto elevate. Ad esito  positivo d’esame finale, ti rilasceremo il patentino di saldatura Internazionale certificato dall’Istituto Italiano della Saldatura, ente riconosciuto da tutte le aziende Italiane che assumono saldatori.

Per maggiori info sul nostro corso di saldatura a filo continuo Mig Mag clicca qui e vai alla pagina dedicata o chiama il 3355985920.

Nel prossimo articolo parleremo di saldatura ad Arco Sommerso.

 

Mimmo Welding ispector senior

Saldatore TIG-ARGON

Corso saldatura Tig Sicilia

Corso saldatore TIG-ARGON

Come avevo anticipato nel precedente articolo, oggi parleremo del Saldatore  Tig o anche detto Argonista ed inizio col chiarire che  TIG sta per: Tungsten Inert Gas. 

In questa tipologia di saldatura, il saldatore utilizza un torcino dove si innesta un tungsteno (elettrodo infusibile) che servirà come conduttore, all’interno del torcino attraverso un diffusore passera il gas Argon, il quale avrà la funzione di proteggere il bagno di fusione, infatti il saldatore Tig, viene anche chiamato Argonista. 

Il saldatore Tig è un saldatore altamente specializzato, un professionista della saldatura, in tanti ambiscono a diventare Argonisti, perché sono i saldatori più richiesti e meglio pagati dal mercato del lavoro. Le aziende se non conoscono il saldatore, prima di assumerlo, gli chiedono se ha il Patentino di Saldatura Tig ed Elettrodo “EN ISO 9606-1 141/111” che si compone di due tecniche diverse di saldatura: la prima detta “sostegno a tig” e la seconda “riempimento e finitura a pinza elettrodo rivestito” quest’ultima è la procedura che vi ho spiegato nel precedente articolo sulla saldatura ad elettrodo. 

Capirete quindi che non è facile avere il Patentino Tig ed Elettrodo, perché bisogna imparare entrambe le tipologie di saldatura.

Quasi tutti i saldatori aspirano a diventare “Argonisti”, Ma questo è possibile solo tramite anni e anni di esperienza o partecipando ad un Corso di Saldatura vero, concreto, che abbia tantissime ore di pratica. A mia esperienza un corso Tig ed Elettrodo che abbia meno di 100 ore di pura saldatura, non serve assolutamente a nulla, perché non hai il tempo di acquisire la manualità e l’esperienza che poi ti chiederanno le aziende.  

Nella nostra Scuola di Saldatura abbiamo il Corso saldatore elettrodo, il Corso saldatore Tig ed il corso Saldatore TIG ed Elettrodo.

Molte volte i nostri corsisti cominciano con il corso ad elettrodo Proc. 111, una volta passato l’esame e ricevuto il patentino, vanno a fare esperienza di lavoro come saldatori ad elettrodo, poi decidono di completare il percorso di formazione e si iscrivono al corso Saldatore TIG per ricevere ulteriore patentino.

Altre volte invece i corsisti decidono di fare direttamente il corso unico Tig ed elettrodo, che è un corso completo proc. 141/111, dura un mese e alla fine del corso si fa Esame Patentino di saldatura TIG ed Elettrodo. L’esame consiste nella saldatura di un giunto da due pollici posizionato a 45° in acciaio al carbonio spessore 11,8 mm, il pezzo saldato verrà radiografato e se non ci saranno difetti nella saldatura ti rilasceremo un Patentino Internazionale di Saldatura valido per diametri da 1″ ad infinito e per tubi spessore da 3 mm a 23 mm. 

Se vuoi maggiori informazioni sulla saldatura TIG e sui nostri corsi di saldatore TIG, clicca qui e vai alla pagina del nostro sito.

Nel mio prossimo articolo parlerò della saldatura a filo e del ostro corsodi Saldatore a Filo, ma se nel frattempo avete necessità di altre informazioni, scriveteci o meglio chiamatemi al Cell: 3355985920.

Mimmo Weldig Ispector senior